UNO SGUARDO AL MERCATO

Impariamo a governare il cambiamento

Viviamo in un’epoca caratterizzata dal cambiamento, l’innovazione tecnologica sta cambiando le nostre abitudini, il nostro modo di vivere e di lavorare. Il settore edile non è esente e si appresta ad affrontare una trasformazione tra le più radicali. Molte imprese stanno già adottando nuove tecnologie che nei prossimi anni diventeranno lo standard del settore, rendendo obsolete le pratiche attuali.

 

L’edilizia del Ticino e la stampa 3D di edifici

Se guardiamo all’edilizia ticinese, questo processo di cambiamento non sembra mantenere il passo con altri Paesi e Regioni. I costi di mano d’opera elevati, un tasso di innovazione insufficiente, un sistema di appalti insensibile alla creatività e alle nuove idee, impediscono al settore di essere competitivo e di esprimere il suo potenziale al di fuori dei confini cantonali.

 

Il momento attuale si può considerare uno spartiacque tra l’edilizia del passato e quella del futuro. Stiamo vivendo un periodo di transizione e ancora una volta il volano è la tecnologia

additive-3d-building.jpg

La stampa 3D apre nuove porte alla nostra professione e le aziende ticinesi, a differenza di altre realtà che non possono dire altrettanto, vantano uno standard professionale di primo livello, un motore formidabile se si vuole raggiungere grandi risultati. Dobbiamo però fare nostra la padronanza della tecnologia e in un’ottica non solo di crescita aziendale, ma anche di consolidamento della propria area di mercato. 

 

Agire subito agire per primi

È importante affermare la nostra posizione dominante sul mercato ticinese, prima che lo facciano altre realtà. Oggi in Europa non si è ancora definita una leadership nel campo della stampa 3D per edifici. Non è tardi per occupare questa posizione e non è presto per iniziare a pensarci. 


È il momento giusto.

Approfondimenti dal Blog